L’inflazione ha raggiunto l’incredibile percentuale del 10%. Mentre le azioni, gli ETF e gli immobili perdono sempre più valore, c’è una classe di attività che continua a generare buoni rendimenti: I prestiti P2P. In questo articolo puoi scoprire come valuto attualmente le 10 migliori piattaforme di prestito P2P in Europa. Leggi qui il grande confronto tra le piattaforme di prestito P2P!

Ecco di cosa si tratta:

  • Quali sono le piattaforme di prestito P2P che stanno beneficiando maggiormente dell’alta inflazione?
  • Come si sono sviluppate le piattaforme di prestito P2P con prestiti prevalentemente russi?
  • Chi sarà il vincitore e chi il perdente di questo trimestre?

Prestiti P2P a confronto: gli 8 criteri di valutazione delle piattaforme

È giunto il momento di modificare l’orientamento delle valutazioni del P2P e di smettere di concentrarsi principalmente sugli effetti della crisi del coronavirus. Le piattaforme stanno imparando a gestire le incertezze che il coronavirus comporta.

È quindi giunto il momento di una valutazione più completa di quella precedente. Vediamo gli otto criteri che gli investitori possono utilizzare per prendere decisioni sicure. Gli investitori possono ottenere un massimo di 100 punti dai seguenti otto criteri. Questo punteggio rappresenta quindi la migliore valutazione possibile per una piattaforma P2P. Diamo un’occhiata più da vicino agli otto criteri.

Criterio 1: Età

Gli investitori possono ottenere fino a 5 punti per questo criteriose la piattaforma ha cinque anni o più. Se la piattaforma ha tre anni, vengono assegnati 3 punti.

Criterio 2: Numero di investitori

Viene poi preso in considerazione il numero di investitori: vengono assegnati 5 punti per almeno 50.000 investitori e 2 punti per almeno 20.000 investitori.

Criterio 3: Bilancio annuale certificato

Quando si investe, è anche importante che tutti i dati della piattaforma siano controllati e quindi corretti. Il modo migliore per garantirlo è disporre di un bilancio annuale certificato. I bilanci annuali devono quindi essere disponibili per gli investitori e verificati da una società esterna come PWC o KPMG. Ci sono ben 10 punti per questo.. Liegt kein geprüfter Jahresabschluss vor, gibt es 0 Punkte.

Criterio 4: Redditività

La redditività è un criterio ovvio. Se la piattaforma ha guadagnato,c’è anche un incentivo a continuare e a fornire agli investitori un investimento P2P a lungo termine. Anche in questo caso è possibile ottenere un massimo di 10 punti.

Criterio 5: Normativa

Anche per questo criterio sono previsti 10 punti da assegnare. Le piattaforme regolamentate ricevono 10 punti. Le piattaforme non regolamentate ricevono 0 punti. Non viene fatta alcuna distinzione tra le rispettive autorità di regolamentazione, in quanto non sappiamo quanto siano efficaci le singole misure in un mercato ancora giovane come quello del P2P.

Criterio 6: Caratteristiche

Per questo criterio vengono assegnati un massimo di 20 punti. Questi 20 punti sono a loro volta composti dalle quattro funzioni più importanti di una piattaforma:

Le 4 funzioni più importanti:

  • Auto Invest
  • Mercato secondario
  • Certificato fiscale per l’ufficio delle imposte
  • La piattaforma può essere utilizzata in tedesco

Criterio 7: Stabilità nella crisi

Il penultimo criterio è la stabilità durante la crisi, per la quale vengono assegnati un massimo di 20 punti. La domanda era: ci sono state insolvenze sui prestiti e la piattaforma è stata in grado di pagare tutto quello che doveva durante la crisi?

Criterio 8: Crescita intatta + sviluppo attuale

L’ultimo criterio prende in considerazione la crescita attuale della piattaforma – se è intatta o meno – e gli sviluppi attuali. Anche in questo caso viene assegnato un massimo di 20 punti.. Anbei die acht Kriterien im Überblick.

Importante:

La seguente valutazione è un’opinione personale e non un consiglio di investimento.

Confronto tra prestiti P2P

Piattaforma 1: Viainvest

Viainvest è la filiale del Gruppo Via SMS, che concede prestiti in Polonia, Svezia, Repubblica Ceca, Lettonia e Romania. Gli investitori della piattaforma investono in prestiti al consumo e attualmente ricevono un interesse del 13% all’anno con una durata massima di 6 mesi.

Viainvest esiste dal 2016 e in questo periodo non ha causato perdite a nessuno dei suoi 34.000 investitori. Pertanto, vengono assegnati tutti i 5 punti per il criterio 1 “Età” e 3 punti su 5 per il criterio 2 “Numero di investitori”.

Come era prevedibile dopo il crollo del coronavirus nel 2020, il bilancio annuale non revisionato del Gruppo mostra ora un profitto di circa 2,1 milioni di euro. Dato che i bilanci annuali precedenti sono sempre stati sottoposti a revisione, possiamo presumere che anche quello attuale sarà sottoposto a revisione. Per questo motivo, vengono assegnati tutti i 10 punti per questo criterio.

Bilancio annuale del Gruppo Viainvest per il 2022

Sia il Gruppo Viainvest che Viainvest stessa sono regolamentati e la piattaforma ha tutte le caratteristiche del caso, tranne il mercato secondario. Quindi un 10/20 e un 10/20 punti. Durante le crisi Viainvest è stata una vera e propria ancora di stabilità e ha pagato puntualmente tutti i suoi investitori: un ottimo segno – 10/10 punti.

Per quanto riguarda l’ultimo criterio “Crescita dopo la crisi + sviluppo attuale”, è possibile assegnare solo 10/20 punti, in quanto gli attuali bilanci annuali del 2022 non sono ancora stati verificati – anche se abbiamo già il 2024. Nel complesso, tuttavia, sono molto soddisfatto di Viainvest, motivo per cui la piattaforma ha ottenuto un ottimo punteggio di 78/100.

Banner - viainvest
84/100
Punti
Rendimento: interesse 11%.
Investitori: oltre 30.000
Rimborso dell'1% dopo 90 giorni
AL FORNITORE*

Piattaforma 2: Estateguru

Estateguru è la più grande piattaforma di finanziamento immobiliare in Europa con tassi di interesse dell’11-12%. La piattaforma è una delle migliori sul mercato e si caratterizza per i suoi mutui di prima categoria, che offrono agli investitori una grande sicurezza. La piattaforma è stata lanciata nel 2015 e attualmente conta più di 157.000 investitori. Questo significa punteggio pieno per i primi due criteri.

Poiché Estateguru ha investito molto nella crescita – nuovi dipendenti e uffici – l’azienda ha registrato una perdita di 5,8 milioni di euro nel 2022. Tuttavia, dato che Estateguru è sostenuto da grandi società di venture capital, non sono troppo preoccupato delle potenziali perdite per gli investitori. Tuttavia, vengono assegnati 0 punti per la redditività.

Estateguru è regolamentato in tutti i paesi e offre ai suoi investitori tutte le caratteristiche più importanti – punti pieni. In termini di stabilità durante la crisi, la piattaforma non è stabile, con un totale di 48% di inadempienze (al 14 gennaio 2024). Sfortunatamente, i recuperi in Germania richiedono generalmente più tempo rispetto agli altri paesi dell’UE, motivo per cui i recuperi più consistenti non sono previsti prima del secondo trimestre del 2024.

Blog entry “Novità sui prestiti tedeschi: Novembre 2023”

Ciononostante, i rimborsi di Estateguru si stanno sviluppando bene, ed è per questo motivo che ti assegno 10/20 punti. Estateguru sta crescendo, ma a causa della situazione ancora difficile del mercato immobiliare in generale, i risultati non sono ancora al punto giusto: 10/20 punti.

Nel complesso, Estateguru riceve 70/100 punti possibili.

Banner - Estateguru
60/100
Punti
Rendimento: interesse del 10,5%.
Investitori: oltre 133.000
Bonus dello 0,5% sugli investimenti nei primi 90 giorni.
AL FORNITORE*

Piattaforma 3: Bondora Go & Grow

Fondata nel 2008, Bondora è una delle più antiche piattaforme di prestito P2P per prestiti al consumo in Estonia, Lettonia, Paesi Bassi e Finlandia e oggi ospita oltre 220.000 investitori. Il prodotto “Go & Grow” è uno dei prodotti più popolari del fornitore.

Nel 2022, Bondora ha registrato un profitto di oltre 2,1 milioni di euro e quindi è anche redditizia. I dati sono stati sottoposti a revisione contabile – vedi pagina 38 dell’indice del bilancio annuale. Tuttavia, il PDF ti porta solo fino a pagina 36, il che è strano, ma allo stesso tempo questa mancanza di trasparenza è purtroppo tipica di Bondora.

Indice dei conti annuali vs. PDF dei conti annuali Bondora

Nonostante la mancanza di trasparenza, l’azienda sta crescendo e ha quasi raddoppiato le spese per i dipendenti, passando da 5,4 a 10,6 milioni di euro. La società madre è anch’essa regolamentata, ma la piattaforma in sé no. Per questo motivo abbiamo assegnato solo 5/10 punti a questo criterio.

Bondora Go&Grow, nonostante la sua popolarità, non ha nessuna delle caratteristiche che ci interessano. Gli investitori possono effettuare depositi e prelievi e controllare i propri interessi solo su base giornaliera. Ecco perché qui ci sono solo 15/20 punti.

Dopo un lungo periodo di inattività, Bondora ha finalmente ripreso a intermediare prestiti e attualmente ha un volume di prestiti di 20 milioni di euro al mese. Si tratta del 17% in più rispetto al 2020 durante il periodo di Corona e quindi di una crescita solo lieve nell’arco di 3 anni. Per questo motivo, vengono assegnati solo 5 e 10 punti su 20 rispettivamente per la stabilità durante la crisi e per la crescita.

Nel complesso, Bondora Go & Grow ha ottenuto 65/100 punti possibili.

Banner - Lande
74/100
Punti
Fino al 13% di interesse
Ogni progetto è garantito da terreni o macchinari
Basso rapporto prestito/valore (42,8% in media)
AL FORNITORE*

Piattaforma 4: Monetfit

Su monefit gli investitori investono in prestiti al consumo del Gruppo Creditstar. Sebbene il Gruppo Creditstar sia attivo da decenni, Monefit è ancora giovane e per questo motivo ottiene 2/5 punti.

monefit offre agli investitori un interesse del 7,25-8,33% all’anno e, rispetto a Bondora Go & Grow, non ha limiti di deposito fino a 100.000 euro. I circa 10.000 investitori attualmente presenti su monetfit ricevono inoltre interessi giornalieri e possono ritirare il loro denaro in qualsiasi momento. Per quanto riguarda il numero di investitori, monetfit riceve 1/5 dei punti, ma i 10/10 punti sono dovuti ai suoi bilanci annuali certificati.

L’utile del Gruppo Creditstar è passato da 5,7 milioni di euro nel 2021 a 7,5 milioni di euro nel 2022. L’azienda è quindi redditizia – a pieni voti.

Bilancio annuale del Gruppo Creditstar per l’anno 2022

Sebbene Monefit stessa non sia regolamentata come piattaforma, tutti i prestatori della società madre Creditstar Group sono regolamentati nei rispettivi paesi, come nel caso di Bondora. Ecco perché anche in questo caso ottiene 5/10 punti. Ad eccezione del mercato secondario, la piattaforma offre tutte le caratteristiche rilevanti – 15/20 punti.

Passiamo ora alla situazione finanziaria del Gruppo Creditstar. All’inizio del 2023, l’azienda aveva ben 9 milioni di euro di pagamenti in ritardo nei confronti degli investitori mintos, ma è riuscita a saldarli. Questo dimostra che l’azienda è in grado di sopportare importanti problemi di liquidità ed è quindi un segno di forza. Per questo motivo, ottiene 10/20 punti per la stabilità e 20/20 punti per questo criterio grazie al forte investimento nella crescita.

Nel complesso, monetfit riceve 73/100 punti possibili.

Banner - Lande
74/100
Punti
Fino al 13% di interesse
Ogni progetto è garantito da terreni o macchinari
Basso rapporto prestito/valore (42,8% in media)
AL FORNITORE*

Piattaforma 5: Debitum

L’eccezionale piattaforma Debitum offre ai suoi investitori un rendimento del 10,9% all’anno per il finanziamento di prestiti aziendali, al netto di tutte le insolvenze. La piattaforma esiste dal 2018 e ospita circa 11.500 investitori. Questo dà 5 o 1 punto su 5 per i primi due criteri.

Il bilancio annuale del 2022 è stato sottoposto a revisione, ma mostra una perdita di 110.000 euro. Per questo motivo, Debitum ottiene un punteggio di 10 e 0 su 10. Tuttavia, Debitum è regolamentato e presenta tutte le caratteristiche rilevanti, a parte il mercato secondario. Il punteggio è quindi rispettivamente di 10/10 e 15/20 punti.

Il 2,6% dei prestiti ucraini non è ancora stato rimborsato a causa della guerra. Tuttavia, questi sono gli unici debiti che non sono ancora stati recuperati, motivo per cui la stabilità complessiva di Debitum è molto buona. La crescita è gestibile – 10 punti.

Nel complesso, Debitum riceve 71/100 punti possibili.

Debitum Network Banner
76/100
Punti
Rendimenti sostenibili del 9-12% annuo
L'iscrizione è possibile a partire da soli 10 € per pacchetto di crediti
Bonus dell'1% sul tuo investimento

AL FORNITORE*

Piattaforma 6: Mintos

Il più grande fornitore di prestiti P2P per numero di investitori, Mintos – con oltre 500.000 utenti registrati – permette agli investitori di investire in prestiti al consumo in euro con un interesse del 12-16%. Poiché Mintos è anche una delle più antiche piattaforme di prestito P2P, riceve tutti i 5 punti per i primi due criteri.

Il bilancio annuale certificato mostra una perdita di 2,5 milioni di euro nel 2021, ma un utile di 187.000 euro nell’anno successivo. Ciò significa che la piattaforma è attualmente redditizia. Inoltre, Mintos è regolamentata e dispone di tutte le caratteristiche necessarie: il massimo dei voti.

Tuttavia, la crisi di Covid e la guerra in Ucraina hanno rivelato le debolezze di Mintos: numerosi prestatori sono andati in default o non sono in grado di effettuare alcun pagamento o solo piccoli pagamenti dalla Russia e in alcuni casi dall’Ucraina a causa delle sanzioni. Le conseguenze sono illustrate nel grafico seguente, che mostra il brusco arresto delle attività in gestione – 3 anni senza crescita.

Evoluzione del patrimonio in gestione Mintos (in euro)

Questo trend negativo sembra essere tornato positivo nel 2023, dato che nel dicembre 2023 sono stati finanziati oltre 113 milioni di euro di prestiti, ovvero circa il 59% in più rispetto al dicembre dell’anno precedente. Il punteggio per la stabilità e la crescita è quindi 10/20.

Nel complesso, Mintos riceve 80/100 punti possibili.

Banner - mintos
75/100
Punti
Rendimento: interesse del 10,5%.
Investitori: oltre 500.000
La più grande piattaforma P2P in Europa
AL FORNITORE*

Piattaforma 7: Income Marketplace

La piattaforma Income Marketplace promette agli investitori garanzie elevate sui loro prestiti al consumo a breve termine con rendimenti del 12-15% all’anno. La giovanissima piattaforma, fondata nel 2020, ospita appena 7.000 investitori, motivo per cui i primi due punti vengono assegnati rispettivamente a 3 e 1 punto.

Sono disponibili i bilanci annuali certificati della piattaforma. Tuttavia, questo mostra una perdita considerevole di 955.000 euro. Questo, unito alla mancanza di crescita, è per me un segnale di allarme.

Evoluzione del patrimonio in gestione Mercato dei proventi (in euro)

Sebbene la piattaforma non sia regolamentata, presenta tutte le caratteristiche rilevanti per gli investitori. I 20 punti vengono assegnati per la stabilità e la crescita.

Nel complesso, Income Marketplace riceve 59/100 punti possibili.

Banner - income
59/100
Punti
Rendimento: interesse del 12%.
Investitori: oltre 3000
Bonus dell'1% sul tuo investimento
AL FORNITORE*

Piattaforma 8: Lande

Lande è una piattaforma di prestiti agricoli fondata nel 2020 che offre agli investitori un interesse del 12%. Attualmente Lande conta circa 6.000 investitori. Presso Lande vengono depositate garanzie sotto forma di terreni, macchinari o bestiame, che possono anche essere vendute rapidamente in caso di dubbio.

Il bilancio annuale mostra un utile per il 2022, ma non è stato sottoposto a revisione.

Bilancio annuale del paese per il 2022

Lande è regolamentato in Lettonia e dispone di tutte le caratteristiche necessarie. A causa della sua giovane età, non si può ancora dire molto sulla stabilità della piattaforma durante le crisi, ma per ora tutto sembra andare bene.

Nel complesso, Lande riceve 73/100 punti possibili.

Banner - Lande
74/100
Punti
Fino al 13% di interesse
Ogni progetto è garantito da terreni o macchinari
Basso rapporto prestito/valore (42,8% in media)
AL FORNITORE*

Piattafroma 9: HeavyFinance

HeavyFinance, fondata nel 2020, è forse il più grande concorrente di Lande. Attualmente solo pochi investitori sono attivi sulla piattaforma, ma ricevono interessanti tassi di interesse compresi tra il 12% e il 15%. La media è del 12,8%.

Circa 10.000 investitori sono attualmente attivi sulla piattaforma, che di recente ha quasi raddoppiato le perdite da 600.000 euro a 1,1 milioni di euro in un anno. Tuttavia, grazie al recente finanziamento con capitale di rischio di 3 milioni di euro, non sono preoccupato per la sostenibilità delle perdite. Tuttavia, vengono assegnati 0 punti per la redditività.

Bilancio annuale di HeavyFinance per l’anno 2022

HeavyFinance è regolamentata in Lituania e, come per Lande, non si può ancora dire molto sulla sua stabilità in caso di crisi a causa della sua giovane età. Tuttavia, si prevede una crescita della piattaforma con 2,1 milioni di euro.

Nel complesso, HeavyFinance riceve 73/100 punti possibili.

Banner - heavyfinance
74/100
Punti
Un rendimento superiore al 12% con i prestiti agricoli
Investi in prestiti garantiti a partire da 100€
Bonus di rimborso del 2%.
AL FORNITORE*

Piattaforma 10: PeerBerry

Fondata nel 2017, PeerBerry ospita 78.000 investitori che attualmente ricevono un interesse dell’11% all’anno dal cosiddetto Aventus Group. “Cosiddetti”, in quanto il Gruppo Aventus non presenta bilanci annuali sintetici che mostrino la redditività dell’intero Gruppo.

Inoltre, la piattaforma non è regolamentata, anche se lo sono i suoi singoli prestatori. Inoltre, ad eccezione del mercato secondario, tutte le funzioni sono disponibili e un altro aspetto positivo è che PeerBerry ha rimborsato un numero significativamente maggiore di prestiti russi e ucraini rispetto ad altre piattaforme, in quanto questi sono stati in gran parte pagati con le riserve degli anni precedenti.

Il volume di credito di PeerBerry è di ben 70 milioni di euro al mese, motivo per cui vengono assegnati punti pieni anche per la crescita.

Nel complesso, PeerBerry ha ottenuto 65/100 punti possibili.

Banner - Peerberry
65/100
Punti
Rendimento: interesse 11%.
Investitori: oltre 50.000
Bonus dello 0,5% sugli investimenti nei primi 30 giorni.
AL FORNITORE*

Conclusione: abbiamo un nuovo leader

Con ben 80 punti e un tasso d’interesse del 13%, Mintos questa volta è in grado di mantenere il primato nella classifica dei prestiti P2P. Viainvest è al secondo posto, con 78 punti e un interesse del 13% per gli investitori. Il provider monetfit, popolare tra gli investitori, si è assicurato il terzo posto con Smart Saver, anche se condivide questa posizione con le due piattaforme di credito agricolo Lande e HeavyFinance. Tutti e tre i fornitori hanno ottenuto 73 punti. Il nuovo concorrente Debitum si è assicurato il sesto posto, seguito da Estateguru, Bondora e PeerBerry. Anche questa volta, Income Marketplace si è piazzato dietro con 59 punti.

I prestiti P2P, che spesso pagano un interesse del 6-12% all’anno, valgono davvero ancora la pena, visto l’attuale alto livello di inflazione? Se così fosse, resta da chiedersi quali siano i prestiti P2P particolarmente interessanti in un periodo come questo e quali siano i prestiti da cui gli investitori dovrebbero stare alla larga. Puoi trovare le risposte a queste domande in questo articolo.

Ecco di cosa si tratta:

  • I prestiti P2P sono un buon investimento alla luce dell’attuale alta inflazione?
  • Che ruolo dovrebbero avere i prestiti P2P nel tuo portafoglio?
  • A quali condizioni un investimento in prestiti P2P può essere conveniente?
  • In quali prestiti P2P continuerò a investire e in quali non investirò più?

L’enorme tasso di inflazione in Europa

Elettricità, gas, benzina, case, cibo, vacanze… tutto sta diventando più costoso! Questo naturalmente fa sorgere in alcuni investitori la domanda: “I prestiti P2P hanno ancora senso nel mio portafoglio?”.

Questa domanda è fondata. Infatti, i tassi di interesse reali diminuiscono anche in caso di inflazione elevata e, con l’attuale tasso di inflazione massiccia in Germania del 7,5%, spesso sono addirittura negativi.

Con un tasso d’inflazione già elevato del 7,5%, la Germania è ancora al di sotto della media europea – grazie a misure come il biglietto da 9 euro, gli sconti sulla benzina ecc. La media europea è di ben 8,9% ed è quindi lontana dall’obiettivo della BCE del 2%.

Dubito che raggiungeremo questo livello normale nei prossimi due anni e dovremo abituarci a questo nuovo livello di inflazione. Almeno per il momento.

I prestiti P2P sono convenienti con un tasso di inflazione elevato?

Sebbene l’attuale tasso di inflazione non rappresenti ancora un’“iperinflazione” – poiché questa si raggiunge solo a partire da un tasso di inflazione del 50% – il livello attuale ha già un impatto significativo sui prestiti P2P. Vediamo più da vicino di cosa si tratta.

L’euro debole

Anche gli sviluppi geopolitici stanno lasciando il segno sull’euro. L’euro sta attualmente crollando, il che ovviamente non è positivo per gli investitori che investono in questa valuta e che vivono al di fuori dell’eurozona.

Rispetto al dollaro USA, l’euro è sceso di ben il 12% in un anno. Per questo motivo, sempre più investitori stanno abbandonando l’euro per investire nelle obbligazioni statunitensi, attualmente molto più interessanti.

Un confronto con il franco svizzero mostra una tendenza simile. Anche in questo caso, l’euro ha perso ben il 9% del suo valore in un anno. Molti investitori si stanno chiedendo se il franco svizzero possa fungere da copertura contro l’inflazione.

Inoltre, l’anno scorso in Germania sono stati depositati più di 2,9 trilioni di euro in conti correnti e depositi a termine. Si tratta di una somma enorme, considerando che non vengono pagati interessi, nonostante l’attuale alto tasso di inflazione del 7,5%.

Ora la domanda sorge spontanea: fino a che punto i prestiti P2P possono essere un’opzione in questa situazione – o non possono esserlo comunque?

Quando sono interessanti i prestiti P2P?

La base di un buon portafoglio dovrebbe sempre essere costituita da attività tangibili, ovvero azioni, ETF o immobili. I prestiti P2P o gli oggetti da collezione sono idealmente solo un’integrazione. Tuttavia, i prestiti P2P possono essere l’opzione più interessante per gli investitori, soprattutto in fasi di mercato difficili.

Il fatto che i prestiti P2P possano essere un’opzione interessante è dovuto principalmente alla mancanza di alternative. Infatti, i tassi di interesse reali sono attualmente negativi quasi ovunque, che si tratti di azioni, ETF o criptovalute. Con i prestiti P2P, in alcuni casi gli investitori possono contrastare questa tendenza e ottenere un rendimento positivo.

Nel 2019, prima della pandemia di coronavirus e dell’alta inflazione, gli investitori hanno potuto ottenere tassi di interesse reali di circa il 5,35% con Bondora Go & Grow. All’epoca, l’inflazione in Germania era dell’1,4%.

Due anni dopo, nel 2021, i tassi di interesse su Bondora scesero al 3,1% a causa dell’aumento dell’inflazione. Di conseguenza, gli investitori ricevettero solo il 3,65% di interessi sui loro investimenti.

Se applichiamo questo scenario al 2022, gli investitori realizzerebbero un rendimento negativo pari a -0,75% con un tasso di inflazione attuale del 7,5% e tassi di interesse invariati del 6,75%.

Con Bondora Go & Grow Unlimited, il rendimento reale è ancora peggiore. A causa dell’interesse del 4% che gli investitori ricevono, il rendimento è attualmente pari a -3,5%.

Dipende quindi molto dal grado di rischio che sei disposto a correre come investitore. Tuttavia, attualmente è chiaro che è più importante che mai assumersi dei rischi, perché altrimenti nella maggior parte dei casi il rendimento dei tuoi investimenti sarà negativo.

Diamo un’occhiata ai prestiti P2P su cui attualmente vale la pena investire e a quelli che non lo sono. La seguente lista è un’opinione personale e non un consiglio di investimento.

Opzione 1: Moncera

La piattaforma di prestiti P2P Moncera fa parte del gruppo Placet. Qui gli investitori ricevono un interesse del 7% con una durata di 14 mesi. Con una durata di 2,5 anni, il tasso di interesse sale al 9%. Tuttavia, se si ipotizza che l’inflazione continuerà a salire nel prossimo futuro, gli investitori otterranno un rendimento negativo anche con un interesse del 9%. Per questo motivo, Moncera è attualmente sconsigliata.

Banner - monefit
78/100
Punti
Interesse del 7,25% - 8,33% accreditato giornalmente
Di nuovo disponibile rapidamente
5€ + 0,25% di bonus extra attraverso il nostro link
AL FORNITORE*

Opzione 2: Swaper

Swaper offre ai suoi investitori tassi d’interesse reali del 14-16%, cioè molto più di Moncera. Anche i termini sono molto più brevi. La durata di Swaper è di 30-60 giorni.

Un prestito di breve durata è particolarmente vantaggioso nell’attuale contesto di mercato, in quanto i prestiti possono essere rapidamente adeguati all’inflazione. Ciò significa che se il tasso di base aumenta, anche i tassi di interesse per i prestiti a breve termine possono essere aumentati e gli investitori ne traggono vantaggio. Swaper può quindi essere un’opzione interessante per gli investitori.

Banner - Lande
74/100
Punti
Fino al 13% di interesse
Ogni progetto è garantito da terreni o macchinari
Basso rapporto prestito/valore (42,8% in media)
AL FORNITORE*

Opzione 3: Mercato del reddito

Un’altra opzione interessante è il mercato del reddito. Personalmente sono convinto della piattaforma e la utilizzo sempre più spesso. Attualmente sto investendo circa 1.240 euro in un totale di 248 prestiti con una durata media di 57 giorni.

La durata relativamente breve di poco meno di 60 giorni caratterizza Income Marketplace come un’alternativa interessante. Allo stesso tempo, Income Marketplace guadagna punti grazie al suo “cuscinetto di liquidità”, una garanzia di riacquisto da parte del fornitore.

Se un prestatore diventa insolvente, il portafoglio viene rilevato da Income Marketplace. Altre piattaforme di prestito P2P di solito escludono tali garanzie. I primi fallimenti mostreranno quanto questo cuscinetto di liquidità funzioni alla fine.

Il controllo e la sicurezza che gli investitori hanno sui loro investimenti è il motivo per cui presto investirò più denaro in Income Marketplace che nel leader di mercato Mintos. Questo lo rende un’opzione interessante per me durante l’attuale alta inflazione.

Banner - income
59/100
Punti
Rendimento: interesse del 12%.
Investitori: oltre 3000
Bonus dell'1% sul tuo investimento
AL FORNITORE*

Opzione 4: Estateguru

Un’altra buona opzione nell’attuale contesto di crisi è Estateguru, la piattaforma per i prestiti immobiliari. Perché: presumo che la proprietà continuerà ad essere un bene redditizio.

Il motivo di questa valutazione risiede nel diverso andamento dei tassi di interesse di riferimento in Europa e negli Stati Uniti. A mio avviso, la BCE non aumenterà i tassi di interesse tanto quanto la Fed, che al momento sta agendo in modo molto aggressivo.

La situazione è diversa in Europa. Qui, molti paesi del sud sono molto più indebitati degli Stati Uniti. Allo stesso tempo, questi paesi non hanno il dollaro come pilastro valutario globale, ma piuttosto l’euro, attualmente un po’ più debole. I tassi di interesse in Europa dovrebbero quindi aumentare meno bruscamente rispetto agli Stati Uniti e, di conseguenza, anche gli immobili dovrebbero registrare una performance migliore.

I tassi di interesse dell’11-12% e la breve durata di 1,5-2 anni rendono Estateguru una piattaforma interessante per me, in cui continuerò a investire sempre di più nel prossimo futuro. Attualmente ho circa 7.700 euro investiti in mutui senior e sono molto soddisfatto dell’attuale performance.

Banner - Estateguru
60/100
Punti
Rendimento: interesse del 10,5%.
Investitori: oltre 133.000
Bonus dello 0,5% sugli investimenti nei primi 90 giorni.
AL FORNITORE*

Opzione 5: Mintos

Mintos è da tempo leader di mercato tra le piattaforme di prestito P2P. Di recente ha lanciato i suoi primi prestiti immobiliari, anche se con tassi di interesse estremamente modesti, pari al 5,5%. Si tratta di un tasso molto basso, considerando l’attuale tasso di inflazione del 7,5%.

Ma il vero shock è la durata. Si tratta di un’incredibile durata di 18 anni! Di sicuro non investirò qui. Anche i prestiti finclusion in Kenya, con una durata di 8 anni e un interesse del 13%, non sono un’opzione per me.

Con un rischio così elevato, investo solo in prestiti a breve termine da cui posso uscire rapidamente. Nell’attuale contesto dei tassi di interesse, si tratta di prestiti con una durata massima di 2 anni.

Tuttavia, continuerò a investire su Mintos, ma per il momento non aumenterò i miei investimenti a causa dei rendimenti moderati. Rimarrò quindi fedele ai miei prestiti al consumo con una scadenza di 30-60 giorni, con i quali guadagno un interesse di circa il 13%.

Banner - mintos
75/100
Punti
Rendimento: interesse del 10,5%.
Investitori: oltre 500.000
La più grande piattaforma P2P in Europa
AL FORNITORE*

Opzione 6: Bondora

Non investo più sulla piattaforma Bondora con il “Portfolio Pro”, dove i prestiti al consumo hanno spesso una durata di 5 anni. È un periodo troppo lungo per me, anche se spesso gli interessi arrivano al 20%.

“Go & Grow”, invece, offre ai suoi investitori opportunità di uscita anticipata, motivo per cui continuo a investire in prestiti a lungo termine attraverso questa offerta.

Attualmente sto aumentando i miei investimenti su queste piattaforme di prestito P2P:

Banner - Freedom24
93/100
Punti
Fino a 20 azioni gratuite (01.07.-31.08.2024)
Fino al 5,4% all'anno per i depositi in EUR
Mediana di 79 € - 529 € delle azioni gratuite (01.07.-31.08.2024)
AL FORNITORE*

Conclusione: rimango investito, ma non dappertutto

In generale, gli investitori dovrebbero investire in attività tangibili come azioni o ETF e considerare i prestiti P2P solo come un’integrazione del proprio portafoglio. È importante avere una visione differenziata delle varie piattaforme, soprattutto nell’attuale contesto di mercato. Dopo tutto, non tutte le piattaforme di prestito P2P sono uguali. Come regola generale, i prestiti a lungo termine dovrebbero essere evitati. I termini più brevi hanno il vantaggio di poter essere adeguati rapidamente all’inflazione. Nell’attuale contesto dei tassi d’interesse, quindi, prenderei in considerazione solo prestiti con una durata massima di 2 anni. Tutto il resto è troppo rischioso per me al momento. Nonostante tutto, continuo a investire nei prestiti P2P, perché possono esserci grandi opportunità per gli investitori, soprattutto in tempi così difficili.

Prestiti P2P con interessi del 12%. A prima vista, sembra troppo bello per essere vero, non è vero? Ma quanto possono essere sicuri i prestiti non garantiti per te come investitore? E cosa si fa per ridurre al minimo i rischi? Oggi te lo dimostrerò con un esempio pratico!

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v80), quality = 82

Come investitore, di solito hai solo una visione simile a quella dell’immagine qui sopra. Davanti a te ci sono alcune figure, puoi investire e vedere come sta andando il tuo portafoglio. Puoi anche modificare alcune impostazioni e il tuo investimento automatico. Se sei interessato a un prestito, cioè se selezioni un prestito su cui vuoi investire, di solito non vedi altro che il sesso, l’età e il numero di prestiti precedenti del mutuatario per i prestiti al consumo.

Gruppenbanner - FacebookFacebook Gruppebanner - Mobil

È chiaro che non puoi vedere tutte le informazioni sulla persona. Dopotutto, si tratta di prestiti a brevissimo termine con una durata di circa 30 giorni – e non di finanziamenti su larga scala con iscrizione al catasto e simili! In questo caso si tratta di prestiti al consumo senza garanzie, che si concludono rapidamente e vengono anche rimborsati velocemente!

Tuttavia, queste informazioni non sono sufficienti per me come investitore! Voglio saperne di più sui criteri di selezione dei mutuatari, sul numero di mutuatari respinti e sui meccanismi di sicurezza in vigore!

Per questo motivo ho chiesto in giro e oggi ti darò uno sguardo dietro le quinte della piattaforma P2P DoFinance. DoFinance concede prestiti nel mercato emergente dell’Indonesia, con i quali gli investitori guadagnano normalmente tra il 10-12% all’anno. Attualmente si arriva anche al 15%. Se vuoi assicurarti questo 15% più un piccolo bonus, usa questo link per iscriverti!

Uno sguardo dietro le quinte di DoFinance

Mi chiedevo: cosa succede quando qualcuno vuole chiedere un prestito a DoFinance? L’istituto di credito locale in Indonesia si chiama Kreditcepat. Si tratta di un istituto di credito online che ti permette di scaricare un’applicazione che ti guida durante l’intero processo di prestito. È molto comodo per i mutuatari perché funziona in modo rapido e da qualsiasi luogo!

Eine Möglichkeit

Questo è utile anche per gli investitori. Infatti l’app è autorizzata a raccogliere dati importanti per gli investimenti. Tutti i dati relativi ai prestiti vengono registrati qui. Ad esempio, l’importo del prestito, la durata e i costi sostenuti. Il mutuatario inserisce poi altri dati personali, come l’e-mail e il numero di telefono.

Questi vengono inseriti in un database. Il funzionamento è simile a quello della Schufa tedesca: il Kreditcepat riceve informazioni su quanti prestiti la persona ha già contratto, se ci sono stati problemi di rimborso e qual è la sua situazione finanziaria attuale.

Vengono utilizzati anche altri dati, come il numero della carta d’identità (chiamata E-KTP in Indonesia). Oltre ai dati del datore di lavoro, viene verificato che il reddito sia di almeno 200€ al mese. Non è molto, ma è solo l’importo minimo! Il reddito viene controllato caricando l’ultima busta paga e altri parametri. Infine, per la verifica vengono richieste le foto della carta d’identità e di te stesso.

Dopo l’intera procedura, se tutto è andato per il verso giusto, verrà concesso un prestito fino all’equivalente di 85€. Non è molto! I prestiti successivi possono anche avere importi superiori a 85€. Di norma, però, si tende a finanziare prestiti più piccoli. Per i mutuatari, il primo prestito può essere completamente gratuito, a patto che venga rimborsato puntualmente e per intero! Inoltre, Kreditcepat applica un interesse annuo compreso tra il 34% e il 36%. In questo modo viene finanziata la restituzione per te e per me!

Per scoprire queste informazioni e i dettagli, ho parlato con il responsabile dei rischi di DoFinance, Rudolfs Kriegers, che attualmente si trova in Indonesia. Mi ha anche spiegato che di solito ci vogliono solo pochi minuti per prendere una decisione sul credito dopo tutta questa procedura.

In molte aree, come l’analisi dei documenti o il risk scoring, tutto questo viene automatizzato! E, cosa ancora più importante, viene utilizzato il machine learning! Credo sia importante che le aziende a cui affidiamo il nostro denaro siano all’avanguardia anche dal punto di vista tecnologico e possano quindi aumentare la loro redditività! Questo significa meno rischi evitabili per gli investitori!

L’intero processo filtra molte persone che non vogliono ricevere un prestito. La percentuale di richieste di prestito confermate è inferiore al 30%. Mi aspettavo di più! Quindi il 70% delle richieste non ottiene un prestito. Ad esempio, perché hanno una storia troppo lunga di prestiti non rimborsati in tempo o perché guadagnano troppo poco.

Anche per i clienti già acquisiti, il tasso di accettazione di ulteriori prestiti si aggira intorno al 50%. Questo è di più, ma non tutti vengono semplicemente accettati di nuovo! E: durante la crisi di Corona dello scorso anno, Kreditcepat non ha accettato nessun nuovo cliente e ha concesso prestiti solo ai clienti esistenti! Questo ha senso, perché questi clienti sono naturalmente più prevedibili per l’azienda. Questo dimostra che un’azienda può sicuramente regolare e adattare il rischio in cui opera!

E se i mutuatari non pagano in tempo?

A partire dal primo giorno di mora, il mutuatario riceve una notifica di mora. Ha quindi la possibilità di estendere il prestito per altri 30 giorni. Questo ovviamente gli costerà un po’ di soldi. Tuttavia, se il mutuatario si rende nuovamente inadempiente o non esercita affatto l’opzione di proroga, il prestito viene venduto a un’altra società. Ciò significa che se io e te, in qualità di investitori, attiviamo la garanzia di riacquisto, DoFinance vende il prestito a una società di recupero crediti che si occupa del recupero!

I prestiti in arretrato e quindi altamente rischiosi vengono raggruppati e venduti alla società di recupero crediti con uno sconto. In questo modo i prestiti non sono più presenti nei libri contabili di DoFinance. In questo modo si ottiene anche una maggiore liquidità! E può essere vantaggioso anche per la società di recupero crediti: In molti casi è possibile recuperare dal 30% al 70% dell’importo residuo. A seconda della qualità del debitore e, ovviamente, dell’efficienza della società di recupero crediti!

Conclusione: prestiti P2P, i prestiti non garantiti comportano molti rischi!

Anche i prestiti non garantiti, come quelli qui riportati, passano attraverso molti passaggi che assicurano che, nonostante la mancanza di garanzie, si abbia una certa sicurezza da parte dei mutuatari che alla fine ottengono il prestito! Ad esempio, il lavoro o lo stipendio del mutuatario. È stato molto interessante per me dare un’occhiata dietro le quinte! In qualità di investitore, spesso si sa molto poco del processo – questo ha fatto luce sull’oscurità!

Investment bei Do Finance

Questo rende molto più facile la mia decisione di continuare a investire con DoFinance! Se anche tu vuoi investire all’attuale tasso di interesse del 15% e assicurarti un piccolo bonus, non devi far altro che registrarti tramite il mio link!

DoFinance offre tassi di interesse davvero elevati. Tra i più alti del mercato dei prestiti P2P! Ma ovviamente ci sono sempre dei rischi. Quindi il mio consiglio finale è questo: Investi sempre e solo il denaro che hai a disposizione!