ETF sulle infrastrutture: un settore importante che garantisce anche rendimenti elevati?

ETF sulle infrastrutture: un settore importante che garantisce anche rendimenti elevati?

Strade, scuole, ospedali, linee telefoniche… le infrastrutture sono alla base della nostra vita moderna. Ma la grande importanza di questo settore si ripercuote anche sulle aziende coinvolte? Analizziamo se un ETF sulle infrastrutture è conveniente e quali sono le prospettive future del settore!

Aspetti rilevanti:

  • Le infrastrutture sono una componente centrale della nostra società e come tali sono estremamente importanti. Si prevede quindi che il settore crescerà notevolmente nel lungo periodo.
  • Sono disponibili diversi ETF sulle infrastrutture, spesso caratterizzati da un’ottima diversificazione.
  • A causa dell’attuale recessione, i prezzi delle azioni sono ai minimi storici. Un ingresso potrebbe essere conveniente, visto che si prevede una crescita a lungo termine.

Cosa comprende l’infrastruttura? Più di quanto pensi!

Quando si parla di infrastrutture, la prima cosa che viene in mente di solito sono le strade con le buche. Forse pensi anche alla lenta espansione della rete in fibra ottica in Germania. Entrambi i punti sono ovviamente corretti, ma c’è molto di più in questo settore!

Per una migliore visione d’insieme, il campo viene suddiviso in infrastrutture tecniche e sociali. Spesso viene aggiunta una terza area, le “infrastrutture verdi” (riserve naturali, parchi e spazi verdi, gestione delle acque…). Diamo un’occhiata a ciò che comprende tutto questo e che è quindi potenzialmente disponibile per l’investimento in un ETF sulle infrastrutture:

Infrastruttura tecnica

Il campo delle infrastrutture tecniche comprende naturalmente la rete dei trasporti con tutte le strade, le autostrade, le ferrovie per il trasporto locale e a lunga distanza, ma anche la manutenzione delle vie d’acqua per la navigazione interna e tutto ciò che ha a che fare con il traffico aereo (aeroporti, sicurezza dei voli). Questo include anche il trasporto pubblico.

Con il progredire della privatizzazione, la fornitura di energia con elettricità, gas o teleriscaldamento è passata in secondo piano. Anche i carburanti rientrano in questa categoria e sono forniti da una rete di stazioni di servizio.

Per quanto riguarda le comunicazioni, si tratta della nostra rete telefonica e di Internet, sia via cavo che con la telefonia mobile. Anche la radiodiffusione (televisione e radio) fa parte dell’infrastruttura, così come il servizio postale.

Inoltre, l’approvvigionamento e lo smaltimento (acqua potabile, fognature, raccolta dei rifiuti…) e persino l’infrastruttura finanziaria costituita da banche, sistemi fiscali e valutari rientrano nell’area delle infrastrutture tecniche.

Infrastruttura sociale

Quando si parla di infrastrutture sociali, di solito ci si concentra su scuole, università e istituzioni educative simili. Tuttavia, quest’area comprende molto di più! Sono inclusi anche gli asili, gli orfanotrofi, le case di cura e i servizi.

Anche l’intero sistema sanitario, con i suoi ospedali e i servizi di emergenza, rientra nelle infrastrutture sociali. Ci sono anche offerte culturali come musei e biblioteche.

Anche la sicurezza pubblica è particolarmente importante. Questo include la polizia, la protezione civile e la difesa nazionale. Anche la sicurezza sociale attraverso le assicurazioni (ad esempio per la disoccupazione, l’assistenza a lungo termine o la pensione) fa parte dell’infrastruttura.

Banner - Scalable Broker Capital
98/100
Punkte
1.300 sparplanfähige ETFs
von der BaFin kontrolliert
Sicher dir bis zu 50€ Startbonus bei Scalable Capital bis 31.01.
ZUM ANBIETER*

L’ETF sulle infrastrutture è un investimento redditizio con opportunità future

Il settore delle infrastrutture è molto vasto ed estremamente importante per la nostra società. È l’unica cosa che rende possibile la nostra vita moderna con tutti i suoi comfort. Come sempre, un settore importante è anche un investimento potenzialmente redditizio!

Investire nell’intero settore con un ETF sulle infrastrutture significa investire il proprio denaro in modo ampiamente diversificato. Anche se non tutte le infrastrutture sono accessibili alle aziende e agli investitori privati (sicurezza aerea, orfanotrofi, approvvigionamento idrico…), c’è comunque una vasta scelta di settori e nazioni.

L’aspetto particolarmente interessante è che la domanda di progetti infrastrutturali può fluttuare, ma non diminuirà mai del tutto. Ci sono sempre strade da rinnovare, ponti da costruire, forniture energetiche da assicurare e ospedali da gestire!

Per gli investitori, un ETF sulle infrastrutture offre quindi l’accesso a un settore particolarmente promettente. Anche le previsioni di crescita sono enormi: nonostante l’imminente recessione, si prevede che entro il 2030 verranno investiti circa 57.000 miliardi di dollari in infrastrutture in tutto il mondo.

Tra questi, la transizione energetica o le enormi spese che si renderanno necessarie a seguito della catastrofe climatica (dighe, controllo dei disastri, approvvigionamento idrico per migliaia di chilometri, impianti di desalinizzazione…). Anche in questo caso, un ETF sulle infrastrutture è a prova di futuro.

Migliaia di progetti non sono in attesa solo nei paesi industrializzati; una massiccia espansione è in corso anche in Medio Oriente, in India e in molti paesi emergenti. Le infrastrutture sono quindi un vero e proprio megatrend!

In molti casi, i singoli progetti sono finanziati dai rispettivi paesi – il finanziamento privato spesso non sarebbe possibile a causa delle dimensioni del progetto. Questo garantisce una maggiore sicurezza e prevedibilità!

Se sei interessato ad altri ETF del futuro, leggi gli articoli sugli ETF per l’elettromobilità, gli ETF per la stampa 3D, gli ETF per i semiconduttori o gli ETF per le energie rinnovabili.

Banner - Scalable Broker Capital
98/100
Punkte
1.300 sparplanfähige ETFs
von der BaFin kontrolliert
Sicher dir bis zu 50€ Startbonus bei Scalable Capital bis 31.01.
ZUM ANBIETER*

Quale ETF sulle infrastrutture è quello giusto?

Il settore delle infrastrutture è solidamente posizionato tra gli ETF settoriali. Sono disponibili diversi ETF sulle infrastrutture che offrono diversi punti di interesse. Ad esempio, gli investitori possono filtrare i loro investimenti in base alla regione o alla sostenibilità.

1. iShares Global Infrastructure UCITS ETF

iShares Global Infrastructure UCITS ETF
ISIN: IE00B1FZS467
Dimensione: 1,855 miliardi di euro
Costi totali (TER): 0,65% annuo.
Inizio: 20 ottobre 2006
Distribuzione: Distribuire

Il Global Infrastructure UCITS di iShares è un peso massimo assoluto quando si parla di ETF sulle infrastrutture: più di 1,8 miliardi di euro sono investiti in questo fondo! Gli investimenti vengono effettuati nelle più grandi aziende di infrastrutture di tutto il mondo.

In pratica, questo porta a una forte concentrazione sul mercato nordamericano: più di tre quarti dei titoli inclusi provengono da Stati Uniti e Canada! Se osserviamo i settori, notiamo un’alta percentuale di servizi (52%), industria (23%) ed energia (12%).

In passato gli investitori sono stati in grado di generare rendimenti piacevoli ma non necessariamente impressionanti con questo ETF sulle infrastrutture. Negli ultimi mesi, tuttavia, si è assistito a un brusco calo a causa della scarsa fiducia nell’economia che sta pesando sulle aziende. Anche i costi relativamente elevati, pari allo 0,65% annuo, sono particolarmente dolorosi.

Performance dell'ETF iShares Global Infrastructure UCITS
Nel complesso, la performance dell’iShares Global Infrastructure UCITS ETF (blu) è inferiore a quella dell’MSCI World standard (nero). Fonte: Justetf.com

Tuttavia, una crisi è sempre anche un’opportunità: entrare nel mercato al momento del minimo potrebbe essere molto vantaggioso nel lungo termine, poiché il settore ha generalmente ottime prospettive per il futuro. Tuttavia, individuare correttamente questo punto di minimo è, come sempre, difficile…

2. iShares Emerging Market Infrastructure UCITS ETF

iShares Emerging Market Infrastructure UCITS ETF
ISIN: IE00B2NPL135
Dimensione: 53 milioni di euro
Costi totali (TER): 0,74% annuo.
Inizio: 15 febbraio 2008
Distribuzione: Distribuire

Vuoi investire in un ETF sulle infrastrutture senza gli Stati Uniti e hai i nervi saldi? Allora l’iShares Emerging Market Infrastructure UCITS ETF potrebbe fare al caso tuo! Qui si investe in società di infrastrutture dei mercati emergenti.

Cina, Hong Kong, Brasile e Messico occupano le prime posizioni. L’industria e i servizi sono i settori più importanti con poco meno del 40% ciascuno, seguiti dall’energia con circa il 19%.

Tuttavia, gli investitori devono prepararsi a un giro sulle montagne russe: i risultati fino ad oggi hanno oscillato tra il meno 45% e il più 66%! A quanto pare non sono molti gli investitori interessati: il volume di questo ETF sulle infrastrutture è stato finora di soli 53 milioni di euro, nonostante sia disponibile dal 2008. A questo potrebbero contribuire anche gli alti costi, pari allo 0,74% annuo.

iShares Emerging Market Infrastructure UCITS ETF Performance.
L’iShares Emerging Market Infrastructure UCITS (blu) è sceso all’inizio della crisi del coronavirus. Tuttavia, mentre altri investimenti come l’MSCI World (nero) si sono ripresi rapidamente, qui stiamo ancora aspettando invano un rialzo. Fonte: Justetf.com

Gli investitori più audaci possono anche speculare su un futuro rialzo. Soprattutto nei mercati emergenti, nei prossimi anni ci saranno importanti progetti infrastrutturali di cui questo ETF infrastrutturale potrebbe beneficiare.

3. iShares Smart City Infrastructure UCITS ETF

iShares Smart City Infrastructure UCITS ETF
ISIN: IE00BKTLJC87
Dimensione: 276 milioni di euro
Costi totali (TER): 0,40% annuo.
Inizio: 03 marzo 2020
Distribuzione: Accumulazione

Le città intelligenti sono un sotto-settore particolarmente interessante delle infrastrutture. Include soluzioni moderne per la convivenza umana come veicoli ed edifici intelligenti, l’Internet delle cose, il commercio elettronico, l’approvvigionamento e lo smaltimento intelligente e molto altro ancora.

Con l‘ETF Smart City Infrastructure UCITS di iShares puoi investire specificamente in società che operano in questo settore. Circa la metà di queste aziende è costituita da società statunitensi e circa il 10% da società giapponesi, oltre a quote significativamente più piccole provenienti da Regno Unito, Canada, ecc.

Sebbene sia in offerta solo dal 2020, lo Smart City ETC ha già raggiunto un volume impressionante di 276 milioni di euro. I costi, pari allo 0,40% annuo, sono inoltre notevolmente inferiori a quelli di altri ETF infrastrutturali.

In termini di performance, anche in questo caso le cose non sembrano troppo rosee; tuttavia, l’avvio poco prima dell’inizio della crisi del coronavirus è stato estremamente sfortunato, quindi bisogna essere un po’ indulgenti. Ciononostante, gli investitori sono riusciti a ottenere un rendimento di circa il 20% in 2,5 anni.

Performance dell'ETF iShares MSCI Global Semiconductors Semiconductor
L’ETF iShares Smart City Infrastructure (blu) è stato appena inferiore all’MSCI World (nero). Fonte: Justetf.com

Ciò significa che l’iShares Smart City Infrastructure ETF è in ritardo rispetto all’MSCI World. Tuttavia, trattandosi di un sotto-settore del settore molto lungimirante, un investimento a lungo termine potrebbe rivelarsi utile.

Se preferisci gli ETF economici come investimento, ti consiglio di leggere l’articolo sugli ETF del settore finanziario e sugli ETF industriali.

Banner - DeGiro
90/100
Punkte
über 50 Handelsplätze weltweit verfügbar
3,90 € Ordergebühren pro Kauf oder Verkauf
50 € Bonus bei Depoteröffnung
ZUM ANBIETER*

Conclusione: un buon punto di ingresso per gli ETF sulle infrastrutture

Molti ETF infrastrutturali sono attualmente ai minimi storici, poiché le conseguenze della crisi del coronavirus e dell’attuale recessione stanno colpendo gli utili delle aziende. Grazie alle prospettive future spesso eccellenti, un investimento potrebbe quindi essere particolarmente conveniente in questo momento!

Questo perché gli ETF sulle infrastrutture tengono traccia di società estremamente importanti per la nostra vita. Garantiscono l’approvvigionamento energetico, costruiscono strade, ponti, aeroporti e così via, forniscono internet o assicurano lo smaltimento dei rifiuti.

Poiché sono spesso commissionati dai governi e i progetti sono spesso di dimensioni enormi, i profitti sono anche interessanti e sicuri a lungo termine. Questo perché vengono investite ingenti somme in infrastrutture in tutto il mondo, anche nei paesi emergenti.

Con un ETF sulle infrastrutture, gli investitori beneficiano di un elevato livello di diversificazione: numerosi settori dipendono direttamente o indirettamente dal settore delle infrastrutture e sono inclusi nei fondi corrispondenti. Se inoltre presti attenzione alla diversificazione geografica e riesci a evitare una concentrazione (di solito sul mercato statunitense), avrai una posizione estremamente ampia e a prova di futuro.

L’ingresso in un ETF sulle infrastrutture potrebbe quindi essere un investimento sensato a lungo termine. L’attuale crollo dei prezzi potrebbe indicare un momento opportuno per entrare nel mercato.

Banner - Scalable Broker Capital
98/100
Punkte
1.300 sparplanfähige ETFs
von der BaFin kontrolliert
Sicher dir bis zu 50€ Startbonus bei Scalable Capital bis 31.01.
ZUM ANBIETER*

FAQ – Domande frequenti sugli ETF sulle infrastrutture

Il nostro autore

Aleks Bleck è il volto di Northern Finance e già all'età di 18 anni era azionista, prestatore e investitore di ETF. La sua attenzione si concentra sui prestiti P2P e sugli ETF passivi. Aleks ha fondato Northern Finance nel 2017 mentre studiava economia aziendale a Lüneburg.

Ha creato il canale YouTube parallelamente al suo lavoro principale nell'investment e corporate banking prima di concentrarsi finalmente su Northern Finance a tempo pieno.

L’esperienza con Fintown: Ottenere rendimenti con le proprietà in affitto

Sei interessato a investire in immobili, ma non sai come fare? Potresti anche essere alla ricerca di investimenti ad alto rendimento con rendimenti medi del 10-14%. In questo articolo ti mostrerò la mia esperienza con Fintown, cosa dovresti considerare e quali sono i vantaggi e gli svantaggi! Aspetti rilevanti: Sei alla ricerca di un investimento […]

Per saperne di più
Investire il denaro in modo corretto: questi investimenti daranno i loro frutti nel 2024

Pensione statale incerta, tassi e prezzi elevati dell’inflazione, obiettivi a lungo termine: ci sono numerosi motivi per investire e far crescere il proprio denaro. Anche tu stai affrontando questi problemi e vuoi iniziare a investire il tuo patrimonio, ma non sai da dove cominciare? In questo articolo abbiamo riassunto le nozioni di base più importanti […]

Per saperne di più
L’esperienza con Debitum: un rendimento di oltre l’11%

Debitum è la prova che le dimensioni non sono tutto. La mia esperienza con Debitum lo dimostra: Il rendimento che puoi aspettarti è superiore all’11% (al netto di eventuali inadempienze)! Ecco come funziona, quali sono i vantaggi ma anche i problemi e gli aspetti ai quali devi prestare attenzione. Aspetti rilevanti: Debitum è un provider […]

Per saperne di più
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram