IT - Geld anlegen in ETF_ Vermögensaufbau im Jahr 2024_ITA

Investire denaro in ETF? L’accumulo di ricchezza nel 2024

Ci sono buoni motivi per investire denaro: Gli alti tassi di inflazione possono svalutare il tuo denaro, il che significa che puoi utilizzare sempre meno prodotti e servizi per la stessa somma di denaro. Inoltre, la pensione statale non è più sicura e per questo motivo molte persone desiderano fare dei versamenti privati. In questo articolo vediamo se gli investimenti in ETF sono adatti a te, cos’è un fondo negoziato in borsa, come funziona e come puoi investire anche tu per costruire il tuo patrimonio a lungo termine.

Aspetti rilevanti:

  • In questo articolo ti mostriamo come funziona un ETF e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di fondo.
  • Analizziamo inoltre quali aspetti sono importanti quando un investitore vuole scegliere un fondo adeguato
  • Ad esempio, puoi sapere per quali investitori è adatto un investimento individuale e per chi invece dovrebbe investire in un piano di risparmio.
  • Alla fine, scoprirai esattamente come investire in un fondo e cosa devi tenere a mente quando lo fai.

Investire in un ETF?

In questa sezione analizziamo le basi di questo investimento. Imparerai come funziona in linea di principio e scoprirai i vantaggi e gli svantaggi associati a questa classe d’investimento.

Che cos’è un ETF?

L’abbreviazione ETF sta per “Exchange Traded Fund”. Si tratta di un fondo che può essere negoziato in borsa. I fondi funzionano grazie al fatto che tutti gli investitori investono insieme in una sorta di fondo d’investimento.

Questo denaro viene utilizzato per investire in una specifica classe di attività. Può trattarsi, ad esempio, di materie prime, obbligazioni o azioni. Nel testo che segue, ci riferiamo principalmente a quest’ultima.

I fondi possono essere distinti tra gestione attiva e passiva. Un fondo attivo è gestito da un cosiddetto fund manager:

  • Quest’ultimo si occupa della composizione del fondo, ad esempio selezionando le singole azioni in cui il fondo desidera investire.
  • Il suo obiettivo è quello di ottenere un rendimento in eccesso
  • Ciò significa che il rendimento deve essere superiore al rendimento medio del mercato.
  • I fondi attivi sono caratterizzati da costi di gestione più elevati, in quanto il gestore del fondo deve essere retribuito

Un fondo passivo non richiede un gestore. L’investimento si basa su un indice, il che significa che la composizione è già predeterminata. Questo ha il vantaggio di ridurre i costi di gestione. Anche gli ETF sono classificati come fondi passivi.

È bene sapere che:

Conoscerai sicuramente il DAX, che contiene le 40 aziende più grandi della Germania. Questo è un esempio di indice di questo tipo. Un fondo negoziato in borsa basato sul DAX investirebbe quindi in queste 40 società.

Se una di queste società deve dichiarare la propria insolvenza, la società successiva scivola automaticamente più in basso e l’indice e quindi la composizione dell’ETF cambia. L’obiettivo di un fondo è quello di seguire il più possibile l’indice sottostante.

Banner - Scalable Broker Capital
98/100
Punti
1.300 ETF adatti ai piani di risparmio
controllata dalla BaFin
Ottieni fino a 50€ di bonus iniziale su Scalable Capital fino al 31/01.
AL FORNITORE*

Vantaggi di un ETF

I fondi negoziati in borsa sono molto liquidi. Puoi negoziarli in qualsiasi momento durante il normale orario di contrattazione della borsa. I fondi d’investimento convenzionali sono molto più difficili da vendere; spesso c’è solo una volta al giorno. Possono poi passare alcuni giorni prima che il tuo denaro ti venga trasferito.

Gli ETF possono sempre essere venduti, anche se si tratta di un investimento a lungo termine e una vendita spontanea non è consigliabile. Puoi vedere il tuo denaro sul tuo conto immediatamente, il che garantisce un alto livello di liquidità.

Con questo investimento puoi beneficiare degli interessanti rendimenti potenziali delle azioni. L’effetto dell’interesse composto aumenta la somma di base, che può generare ulteriori rendimenti per te.

Il tempo è quindi uno strumento prezioso per trarre il massimo da questo investimento. Gli ETF offrono rendimenti potenziali significativamente più elevati rispetto agli investimenti convenzionali, come un contratto di risparmio della società immobiliare o un conto di risparmio.

È bene sapere che:

Probabilmente il vantaggio più importante di questi fondi è la possibilità di investire in un gran numero di società con un solo titolo. Un esempio è il famoso e popolare indice “MSCI World”. Questo contiene le maggiori 1.600 società dei paesi industrializzati.

  • Se investi in poche azioni, sentirai chiaramente il peso del tuo portafoglio se una società deve dichiarare la propria insolvenza.
  • Tuttavia, se si investe in un numero molto elevato di società, tali perdite possono bilanciarsi ed essere “assorbite” dalle altre società incluse nel portafoglio.
  • Questo si chiama diversificazione. Questa misura ti permette di mitigare in modo significativo i rischi potenziali del tuo portafoglio.

Un altro vantaggio è la sicurezza. Gli investitori non devono preoccuparsi che il fornitore del loro fondo diventi insolvente e perda il loro patrimonio. Il denaro investito negli ETF è legalmente considerato un patrimonio speciale. Le banche e i broker sono obbligati a tenere questo denaro separato dal proprio patrimonio in modo da proteggerlo in caso di insolvenza.

I costi ridotti già menzionati sono un vantaggio anche grazie alla loro natura passiva. Esiste un cosiddetto TER, il Total Expense Ratio. Questi sono piuttosto favorevoli per i fondi passivi e globali. Si consiglia un confronto online per assicurarsi un TER basso.

La trasparenza è un altro vantaggio degno di nota. Puoi avere una panoramica precisa della composizione del tuo fondo in qualsiasi momento sui siti web dei fornitori. Puoi sfruttare questa conoscenza per evitare i rischi del cluster.

  • Gli ETF sono un investimento facile da capire e quindi adatto anche ai principianti. Leggi la mia guida agli ETF per principianti
  • La modalità di funzionamento non è particolarmente complessa e può essere facilmente compresa.
  • Inoltre, una volta capito esattamente come funzionano questi fondi, avrai pochissimi problemi a gestirli.

Un altro vantaggio è che questi fondi sono adatti anche se non hai molti beni da investire. Ad esempio, puoi impostare un piano di risparmio e iniziare a lavorare per costruire il tuo patrimonio con un solo euro al mese.

Svantaggi di un ETF

L’acquisto di questi fondi comporta un certo rischio di cambio. Questo si verifica quando si opera in valute diverse da quella del proprio paese. Devi tenerlo presente se vuoi acquistare o vendere le quote di un fondo.

Il fatto che gli ETF non siano adatti come investimento a breve termine può essere considerato uno svantaggio. A causa delle fluttuazioni dei prezzi sul mercato azionario, questi fondi sono investimenti a lungo termine. Scopri di più sugli svantaggi dei fondi ETF qui.

In questo modo è possibile bilanciare le fluttuazioni dei prezzi e aumentare la sicurezza. Se sei alla ricerca di asset class a breve termine, dovresti prendere in considerazione un conto deposito a scadenza fissa, ad esempio.

Prima di scegliere un ETF, dovresti dare un’occhiata più da vicino ai metodi di replica:

  • Qui si fa una distinzione tra replica fisica e sintetica.
  • I fondi fisici acquistano effettivamente le azioni incluse nell’indice.
  • Questo non è il caso della replica sintetica, che è un tipo di transazione swap che può dare origine al rischio di controparte.
Banner - Trade Republic
95/100
Punti
Applicazione molto buona
Azioni e piani di risparmio a partire da 1€
Bonus: azioni gratuite fino a 200€
AL FORNITORE*

Come posso investire denaro in un ETF?

Ora che abbiamo visto come funzionano esattamente i fondi e quali sono i vantaggi e gli svantaggi, vediamo come investire esattamente il tuo denaro in un ETF.

Come faccio a trovare l’ETF giusto?

Ci sono alcuni aspetti che dovresti considerare quando scegli un ETF specifico. In questa sezione analizziamo più da vicino questi aspetti.

Distribuzione vs. accumulo

Molti ETF sono disponibili in due versioni: una a distribuzione e una ad accumulazione. Quando una società genera profitti, questi possono essere distribuiti dalla società agli azionisti sotto forma di dividendi. Se tu, in qualità di detentore di un ETF, scegli una versione a distribuzione, puoi far sì che questi dividendi vengano versati sul tuo conto a intervalli regolari.

  • A questo punto hai a disposizione il denaro e puoi, ad esempio, spenderlo o investirlo in un’altra classe di attività.
  • Per alcuni investitori, il fatto di beneficiare regolarmente di piccoli contributi ha un effetto motivante.
  • Li aiuta a lavorare costantemente per accrescere il loro patrimonio.

La seconda opzione è rappresentata dai fondi ad accumulazione. Questi non ti distribuiscono i profitti, ma li reinvestono. Ciò significa che la somma di base che matura interessi per te diventa sempre più grande. I fondi ad accumulo sono particolarmente indicati se vuoi sfruttare al massimo gli interessi composti.

Investimento individuale vs piano di risparmio

In pratica, puoi scegliere se fare un investimento una tantum o se impostare un piano di risparmio. Un investimento una tantum è utile se hai già a disposizione un’ingente somma da investire. Se investi tutto il tuo denaro, questo può iniziare a lavorare per te prima e aumentare i tuoi rendimenti.

Il problema di un investimento una tantum è che il momento dell’ingresso può giocare un ruolo importante. Se acquisti le azioni a un prezzo particolarmente caro, potresti ridurre il tuo rendimento futuro. Non è facile trovare un punto di ingresso adeguato nel mercato azionario.

Puoi anche impostare un piano di risparmio. In questo caso, devi selezionare un importo fisso e orari specifici in cui l’importo viene addebitato automaticamente e poi investito. Questa opzione è particolarmente indicata se non hai un patrimonio disponibile e vuoi iniziare a investire a piccoli passi ma con regolarità.

È bene sapere che:

Il vantaggio è che il momento dell’iscrizione non ha importanza. Il denaro viene addebitato mensilmente, trimestralmente o semestralmente e investito automaticamente. Questo ti permette di acquistare azioni a prezzi diversi. Nel complesso, il valore si avvicina a un valore medio, noto anche come effetto costo-media.

Replicazione fisica vs sintetica

Si riferisce al metodo di replica o alla replica dell’indice. Esistono due diverse opzioni. I fondi a replica fisica investono principalmente nei titoli contenuti nell’indice. Spesso viene investita solo la parte più grande. Il motivo è che spesso i costi sono più elevati se si prendono in considerazione anche posizioni molto piccole.

Il secondo metodo prevede la replica sintetica dei fondi, nota anche come swap. Si tratta di una transazione swap tra il fornitore del fondo e una banca. Il fornitore garantisce la performance dell’indice. Gli investimenti vengono effettuati in titoli diversi da quelli effettivamente inclusi nell’indice.

  • Gli swap sono associati a un rischio di controparte
  • Tuttavia, hanno anche dei vantaggi: La mappatura attraverso uno swap è solitamente più vantaggiosa
  • Inoltre, i fondi a replica sintetica consentono di investire in mercati di difficile accesso.

Considerare la diversificazione

Uno dei maggiori vantaggi dei fondi passivi è la possibilità di diversificazione, per questo motivo devi assicurarti che questa sia garantita. Dovresti investire nel maggior numero possibile di aziende, in modo che il tuo portafoglio si equilibri e sia più protetto dalle fluttuazioni.

Tuttavia, non solo devi assicurarti che siano coinvolte molte aziende, ma anche un gran numero di Paesi. Se investi solo in aziende di un solo Paese, possono sorgere problemi anche in questo caso, ad esempio a causa di crisi nazionali come una crisi economica o disastri naturali.

Oltre al numero di aziende e di Paesi, la diversificazione riguarda anche i settori. Alcuni settori possono incorrere in problemi che potrebbero ripercuotersi sull’intero portafoglio se si investe solo in una determinata area.

Gli ETF tematici sono meno diversificati e quindi più rischiosi:

  • Sono specializzati in un’area specifica
  • Un esempio sono gli ETF sull’idrogeno
  • Se il settore ha un andamento peggiore del previsto, si possono verificare perdite elevate, in quanto tutte le società incluse sono interessate.
  • Questi fondi offrono spesso la possibilità di ottenere un rendimento più elevato perché investono in tecnologie innovative.
  • Tuttavia, non è mai possibile prevedere come si svilupperà un settore, per questo motivo questi fondi sono molto più rischiosi e non sono adatti ai principianti.

Volume e data di lancio del fondo

Se per un fondo viene indicato un volume di 136 milioni di euro, significa che nel fondo sono già stati investiti 136 milioni di euro. Questo è l’importo che è già stato investito. Quando acquisti una quota di un fondo, devi assicurarti che il volume del fondo sia sufficientemente alto.

Con fondi molto piccoli, gli investitori non possono essere sicuri se il fondo si affermerà o meno. Nel peggiore dei casi, il fondo verrà chiuso perché non è redditizio per il fornitore. Gli investitori potrebbero quindi dover riallocare il proprio denaro, il che può essere fastidioso e richiedere tempo. Un volume di fondi di almeno 100 milioni di euro è una linea guida.

Lo stesso principio vale per la data di lancio. I fondi molto giovani non sono ancora riusciti a dimostrare la loro validità, per cui è molto probabile che vengano chiusi di nuovo. Un fondo dovrebbe quindi esistere per almeno 3 anni.

Tracking Difference

La tracking difference descrive la performance dell’ETF rispetto all’indice sottostante. L’obiettivo di un fondo passivo è quello di seguire il più possibile il suo indice. Questo dato può essere positivo, il che significa che l’ETF ha ottenuto una performance migliore rispetto all’indice, o negativo, il che significa che la sua performance è peggiore.

È bene sapere che:

Ci sono diversi aspetti che possono determinare una differenza tra un fondo e il suo indice. Tra questi, ad esempio, i costi o il metodo di replica.

Come si investe in un ETF?

  1. Passo: il primo passo è informarsi in modo approfondito. Scopri come funziona l’investimento e valuta se è adatto ai tuoi obiettivi finanziari. Prima di investire, assicurati di aver compreso la classe d’investimento.
  1. Fase: puoi selezionare un ETF adatto a te. Questo include anche gli aspetti menzionati in precedenza, come la distribuzione o l’accumulo, i costi e altro ancora. Dovrai anche scegliere il fornitore giusto.
  1. Passo: ora è il momento di scegliere una banca. Questa banca deve offrire il tuo ETF. Non tutti gli ETF possono essere negoziati in tutte le banche. Quando scegli la tua banca, cerca anche dei costi bassi per non ridurre il tuo rendimento complessivo.
  1. Fase: ora puoi aprire un conto di deposito presso la tua banca o il tuo broker. Spesso questa operazione viene effettuata online. La banca avrà bisogno di alcune informazioni, come il nome, l’indirizzo e la data di nascita. Dovrai poi verificare la tua identità, operazione che spesso può essere effettuata presso l’ufficio postale o online.
  1. Passo: se hai un conto deposito presso la tua banca, è arrivato il momento di investire il denaro. Puoi trovare l’ETF che hai scelto utilizzando il numero di identificazione dei titoli (ISIN) o il numero di identificazione (WKN). Inserisci uno di questi numeri nella barra di ricerca.
  1. Passo: ora puoi impostare un piano di risparmio o fare un investimento individuale.
Banner - Scalable Broker Capital
98/100
Punti
1.300 ETF adatti ai piani di risparmio
controllata dalla BaFin
Ottieni fino a 50€ di bonus iniziale su Scalable Capital fino al 31/01.
AL FORNITORE*

Conclusione: accumulo di ricchezza con un investimento in ETF

Per riassumere, in questo articolo abbiamo dato un’occhiata agli investimenti in ETF o exchange-traded fund. Questa classe di attivi offre una serie di caratteristiche speciali: I fondi sono adatti ai principianti, sono a basso costo, hanno un’elevata liquidità e offrono rendimenti potenziali interessanti. Inoltre, consentono un elevato livello di diversificazione che contribuisce ad aumentare la sicurezza del tuo portafoglio.

Tuttavia, ci sono anche degli svantaggi che devi considerare: gli ETF non sono adatti come investimento a breve termine. Inoltre, se decidi di optare per uno swap, potresti incorrere in un rischio di cambio o di controparte.

In definitiva, dovresti prendere tempo quando decidi di scegliere un fondo specifico. Ti abbiamo presentato diversi aspetti, come il tipo di distribuzione, il metodo di replica, la diversificazione sufficiente, il volume del fondo e la data di lancio. Scopri di più qui e in bocca al lupo per la tua accumulazione di ricchezza!

FAQ – Domande frequenti sugli investimenti in ETF

Il nostro autore

Aleks Bleck è il volto di Northern Finance e già all'età di 18 anni era azionista, prestatore e investitore di ETF. La sua attenzione si concentra sui prestiti P2P e sugli ETF passivi. Aleks ha fondato Northern Finance nel 2017 mentre studiava economia aziendale a Lüneburg.

Ha creato il canale YouTube parallelamente al suo lavoro principale nell'investment e corporate banking prima di concentrarsi finalmente su Northern Finance a tempo pieno.

L’esperienza con Trade Republic 2024 e i lati negativi del neobroker

Essendo probabilmente il neobroker più conosciuto sul mercato tedesco, Trade Republic ha molti fan. Non c’è da stupirsi, visto che in genere qui si ottengono condizioni eccellenti e un’ampia scelta! Ora l’azienda sta facendo il logico passo successivo e si sta espandendo in altri paesi dell’UE. Tuttavia, l’offerta non è perfetta e in alcuni punti […]

Per saperne di più
Scalable Capital vs. Trade Republic: Chi ha le offerte migliori?

Sono i neo-broker più economici sul mercato tedesco e pagano anche gli interessi sul tuo capitale, ma chi è meglio? Scalable Capital vs Trade Republic è la domanda che molti investitori si pongono! Abbiamo analizzato da vicino i due provider più popolari e ne abbiamo confrontato le funzioni, i costi e i servizi. Abbiamo anche […]

Per saperne di più
Ricerca ETF: Scegli gli ETF giusti per il tuo portafoglio

Vuoi provvedere alla tua famiglia dal punto di vista finanziario, investire denaro per i tuoi figli, aumentare la tua pensione o semplicemente ottenere un rendimento più elevato e hai quindi deciso di investire in ETF? Fantastico! Se ora stai cercando un fondo adatto a te, questo articolo è particolarmente utile. Ti mostreremo quali aspetti devi […]

Per saperne di più
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram