I migliori ETF

Top ETF 2024 – A cosa fare attenzione quando si acquista

Sempre più investitori investono negli ETF. Essi ti impediscono di perdere costantemente denaro e ti proteggono dall’inflazione. Inoltre, ti aiutano a costruire un patrimonio a lungo termine. Potresti voler ottenere un rendimento più elevato o provvedere alla tua famiglia dal punto di vista economico. Ma come si fa a trovare gli ETF adatti? In questo articolo scoprirai cosa rende un ETF eccellente e come sceglierlo!

Aspetti rilevanti:

  • Il tuo ETF migliore deve essere adatto a te e ai tuoi obiettivi finanziari.
  • Presta attenzione a questi aspetti per costruire un portafoglio diversificato ed evitare errori
  • Controlla questi costi per ottenere il massimo rendimento possibile
  • Questa classe di investimento rappresenta un’interessante alternativa ai fondi negoziati in borsa

Che cos’è un ETF?

Forse anche tu ti sei chiesto come puoi guadagnare con le azioni con meno rischi? Gli ETF offrono un modo per beneficiare di rendimenti potenziali interessanti mantenendo i rischi relativamente bassi. Di seguito analizziamo la definizione, la spiegazione, i vantaggi e gli svantaggi di questo investimento.

Banner - Scalable Broker Capital
98/100
Punkte
1.300 sparplanfähige ETFs
von der BaFin kontrolliert
Sicher dir bis zu 50€ Startbonus bei Scalable Capital bis 31.01.
ZUM ANBIETER*

Definizione e spiegazione

Gli ETF sono fondi negoziati in borsa legati a un indice. Il fondo cerca di seguire il più possibile il rispettivo indice e di ottenere il suo rendimento medio.

Tutti gli investitori versano congiuntamente in un fondo. Il patrimonio viene investito in un investimento specifico, ad esempio in materie prime, azioni, obbligazioni o metalli preziosi. Si fa una distinzione di base tra due diversi tipi di investimento:

  • Gestione attiva del fondo: il gestore seleziona in modo specifico i titoli contenuti nel fondo con l’obiettivo di generare un rendimento superiore. Questo tipo di fondo è generalmente caratterizzato da costi più elevati.
  • Gestione passiva dei fondi: dietro ai fondi passivi non c’è una gestione del fondo. Le commissioni sono più basse perché non è necessario pagare il gestore del fondo. I fondi passivi tendono a non generare un rendimento in eccesso, poiché l’obiettivo è quello di raggiungere il rendimento medio del rispettivo indice. Gli ETF sono investimenti passivi.
Come funziona un fondo di investimento
Come funziona un fondo di investimento

Gli ETF sono un investimento finanziario con un orizzonte di investimento a lungo termine. Sono particolarmente adatti per obiettivi a lungo termine: provvedere alla propria famiglia dal punto di vista economico, risparmiare per i propri figli o provvedere alla vecchiaia. Il lungo orizzonte temporale bilancia le fluttuazioni, sfrutta l’effetto dell’interesse composto e aumenta la sicurezza.

I migliori ETF: vantaggi e svantaggi

Oltre alle prestazioni dell’ETF, grazie agli interessanti rendimenti potenziali, i fondi negoziati in borsa offrono ulteriori vantaggi.Quanto sono sicuri gli ETF? La sicurezza è relativamente alta rispetto ad altri investimenti e può essere ulteriormente migliorata individualmente dall’investitore:

  • Possibilità di un’ampia diversificazione del rischio: con l’aiuto di questo investimento è possibile diversificare notevolmente il proprio portafoglio. Molti ETF investono in diverse centinaia o migliaia di società e in questo modo possono ridurre significativamente il rischio di perdita. È importante investire in aziende e paesi diversi.
  • Categorizzazione legale: gli ETF sono classificati come attività speciali. Il denaro investito dagli investitori viene conservato separatamente dalle attività della società del fondo. Se il tuo broker o la tua banca falliscono, i tuoi beni sono protetti e verrai rimborsato.

Come già detto, i costi dei fondi passivi e attivi sono diversi. I fondi attivi applicano commissioni comprese tra l’1,5 e il 2% del patrimonio. I costi dei fondi passivi, come gli ETF, invece, si aggirano tra lo 0,1 e lo 0,8% del patrimonio investito.

Un altro vantaggio è la trasparenza. La composizione esatta viene aggiornata regolarmente sui siti web dei rispettivi fornitori. Anche altre informazioni possono essere visualizzate sui siti web, garantendo la trasparenza per gli investitori.

Il seguente aspetto gioca un ruolo nella questione “azioni o ETF“: gli ETF sono una classe di investimento adatta ai principianti. Sono facili da capire, relativamente sicuri e offrono opzioni adatte ai principianti. I piani di risparmio possono essere creati con piccole somme. Con la maggior parte dei fornitori puoi investire a partire da un solo euro.

È bene sapere che:

Esempi come la creazione di un piano di risparmio mostrano l’alto grado di flessibilità degli ETF. I piani di risparmio possono essere aumentati, diminuiti o sospesi in modo flessibile, a seconda della tua situazione attuale.

D’altro canto, gli ETF presentano anche svantaggi e rischi:

  • Fluttuazioni: Come altri titoli negoziati in borsa, sono soggetti a fluttuazioni di prezzo. Queste possono essere ben bilanciate con un orizzonte di investimento lungo. È importante non farsi guidare dalle emozioni e seguire la propria strategia anche quando i prezzi sono in calo.
  • ETF tematici: gli ETF tematici investono in aree innovative che potrebbero contenere le tendenze del futuro. Sono più adatti a investitori esperti, in quanto la speculazione gioca un ruolo fondamentale. Spesso si tratta di ETF con rendimenti elevati. Inoltre, investono in un solo settore e quindi non sono sufficientemente diversificati, il che rende l’investimento ancora più rischioso.
  • Rischio di controparte: i cosiddetti swap sono operazioni di scambio tra banche e società di fondi. Anche gli ETF sintetici sono swap e sono associati a dei rischi. Vengono negoziati al di fuori della borsa valori con il coinvolgimento di una terza parte. Il rischio di controparte descrive il rischio che il partner contrattuale diventi insolvente.
Banner - Trade Republic
95/100
Punkte
Sehr gute App
Aktien und Sparpläne bereits ab 1€
Bonus: Gratis-Aktie im Wert von bis zu 200€
ZUM ANBIETER*

I migliori ETF – Come faccio a trovare quelli giusti per me?

In cosa dovrei investire per raggiungere i miei obiettivi finanziari? Ci sono diversi aspetti che dovresti considerare quando scegli un ETF. Alcuni dei punti elencati dipendono dal singolo investitore e sono rivolti a preferenze diverse. Il tuo investimento deve essere adatto a te e ai tuoi obiettivi.

Diversificazione

Il termine descrive una strategia in cui un investimento e un portafoglio sono organizzati nel modo più ampio possibile. L’obiettivo è quello di coprire molti settori e paesi per bilanciare i rischi.

Ad esempio, se un investitore ha privilegiato un settore che sta registrando un andamento peggiore del previsto, i prezzi delle azioni possono scendere bruscamente. Se invece il portafoglio è ampiamente diversificato e investe in diversi settori, i prezzi più bassi possono essere ammortizzati da altri settori: Il portafoglio è più protetto dalle fluttuazioni!

  • Portafogli vari e diversificati riducono il rischio di perdite
  • Trattandosi di fondi negoziati in borsa, le fluttuazioni sono comunque prevedibili.
  • La diversificazione si riferisce sia al tuo portafoglio nel suo complesso che a investimenti specifici.
  • Se si presta attenzione a una sufficiente diversificazione, i fondi negoziati in borsa possono essere il miglior investimento senza rischi

La diversificazione può essere ottenuta con diverse classi di attività. Tuttavia, gli ETF facilitano particolarmente il tuo compito di investitore, in quanto investono essi stessi in un gran numero di titoli. Tuttavia, devi assicurarti che siano inclusi un numero sufficiente di società e paesi. Se sei interessato a diversi fondi negoziati in borsa, è consigliabile evitare sovrapposizioni.

È bene sapere che:

L’indice MSCI World è un ETF adatto ai principianti. Investe in oltre 1.600 società di tutto il mondo. Copre le aziende più importanti dei paesi industrializzati. Grazie all’elevato numero di società, l’investimento offre una sufficiente diversificazione.

La distribuzione: accumulare e distribuire ETF

Quando le società generano profitti, possono decidere di distribuirli agli azionisti sotto forma di dividendi. Il pagamento di tali utili è a discrezione della società. Gli ETF distribuiscono i dividendi in due modi diversi:

  • ETF a distribuzione: i dividendi vengono pagati a intervalli fissi e regolari, ad esempio una volta all’anno o una volta al trimestre. Gli interessi vengono trasferiti direttamente sul tuo conto di regolamento. Il valore del tuo fondo negoziato in borsa diminuisce durante questo processo.
  • ETF ad accumulazione: con questa variante non ricevi alcun interesse. I dividendi vengono invece utilizzati per acquistare nuove azioni e reinvestiti direttamente nell’ETF. In questo modo, tutto il denaro rimane nel fondo.

Quale sia la variante migliore dipende dalle tue preferenze. La variante ad accumulo è particolarmente adatta agli investitori che vogliono accumulare un patrimonio a lungo termine. Gli investimenti reinvestiti ti assicurano che non riceverai distribuzioni regolari sul tuo conto, ma avrai investito più denaro che lavorerà per te e genererà ulteriori rendimenti.

Gli ETF a distribuzione sono adatti agli investitori che vogliono beneficiare di un reddito regolare per poi utilizzare questo denaro per altri scopi. Ad esempio, puoi usarlo per acquistare prodotti o investire gli interessi in altre classi di attività.

ETF a distribuzione vs. ETF ad accumulazione
ETF a distribuzione vs. ETF ad accumulazione

Attenzione!

In questo modo, puoi beneficiare dell’interesse composto. Il capitale degli interessi reinvestiti viene reinvestito e guadagna interessi allo stesso modo del resto del denaro investito. Questa variante è particolarmente adatta per un’efficace accumulazione di ricchezza a lungo termine con l’aiuto degli ETF.

Volume del fondo

Il volume del fondo descrive il capitale totale investito in un fondo e disponibile come investimento. Gli investimenti con un basso volume di fondi hanno un rischio maggiore che il fondo venga chiuso o fuso con un altro fondo. Questo può comportare un aumento dei costi se, ad esempio, vuoi ritirare il tuo denaro e spostarlo su un altro investimento.

È bene sapere che:

Per evitare questo scenario, devi assicurarti che il volume del fondo sia sufficientemente grande quando selezioni i tuoi ETF. Il volume del fondo dovrebbe essere di almeno 100 milioni di euro.

Piano di risparmio o investimento una tantum?

Forse ti stai chiedendo se sia meglio acquistare un ETF o creare un piano di risparmio. La scelta più adatta dipende da quali sono i tuoi obiettivi e da quanto denaro hai già risparmiato per investire in un ETF.

Si può parlare di investimento unico se si investe una sola volta in un ETF. Puoi trarre vantaggio se hai già risparmiato una somma consistente e decidi di investirla interamente. In questo modo il tuo denaro ha più tempo per lavorare per te e generare ulteriori rendimenti.

Se scegli questa opzione, il momento in cui inizi a investire nel tuo ETF gioca un ruolo importante. Le fluttuazioni dei prezzi possono avere un impatto maggiore rispetto a un piano di risparmio con piccoli importi mensili. Tieni presente quanto segue:

  • Può essere difficile trovare il punto di ingresso ottimale se vuoi investire una somma maggiore in ETF.
  • In questo caso può accadere che l’investitore acquisti ad un prezzo molto alto e costoso.
  • Un cattivo tempismo può ridurre significativamente i rendimenti futuri
  • D’altra parte, un orizzonte di investimento il più lungo possibile può aiutare a bilanciare le fluttuazioni e gli scarsi punti di ingresso.

Un piano di risparmio è adatto a te se sei un principiante o se vuoi iniziare a investire regolarmente con piccole somme. Non importa quando inizi, perché i trasferimenti vengono effettuati automaticamente. Il piano di risparmio in ETF ha anche il vantaggio di doverlo impostare una sola volta e l’accumulo di ricchezza a lungo termine continua da solo.

  • Effetto costo-media: ottieni il prezzo medio d’acquisto, poiché a volte investirai in modo più costoso e a volte in modo più vantaggioso.
  • Difficoltà di ingresso ridotte: Con la maggior parte dei provider puoi investire cifre molto basse. Un investimento mensile di soli 25 euro può aiutarti a costruire una fortuna a lungo termine.
  • Investimento passivo: Una volta impostato, il tuo piano di risparmio non ti costa più alcuno sforzo e funziona in modo passivo e automatico.

Tieni presente i costi e le commissioni degli ETF

L’acquisto di un ETF comporta costi diversi. Vale la pena confrontare i fornitori e gli investimenti online per trovare le opzioni migliori e più convenienti. Le commissioni permanenti, in particolare, dovrebbero essere basse per non ridurre il tuo rendimento.

Un dato importante per l’acquisto di ETF è il TER, il Total Expense Ratio. Si tratta del rapporto di spesa totale, che indica i costi annuali dell’ETF. Sono inclusi i seguenti costi:

  • Commissioni di custodia
  • Diritti di licenza
  • Costi amministrativi
  • Costi di distribuzione

Non sono inclusi altri costi come i costi di transazione, le tasse, le commissioni d’ordine, lo spread o le commissioni di swap. I fondi attivi hanno in genere un TER più alto perché sono gestiti da un gestore che viene pagato con i costi più elevati. I fondi passivi, come gli ETF, hanno solitamente un TER annuale compreso tra lo 0,1 e lo 0,5%.

Un altro tipo di costo che devi prendere in considerazione è quello delle cosiddette commissioni d’ordine. Esistono diversi modelli per questo aspetto. Spesso c’è un importo fisso per ogni acquisto che il tuo provider detrarrà. In altri modelli, l’importo della commissione dipende dall’importo investito.

Potrebbe essere previsto anche un costo per il centro di negoziazione. I prezzi variano a seconda del centro di negoziazione selezionato. L’importo è determinato dal fornitore del conto deposito. Se opti per l’opzione trader diretto, i costi sono spesso annullati.

ETF Alternative – Investieren in P2P Kredite

In linea di principio, gli ETF sono investimenti con rendimenti elevati. Se il tuo obiettivo di base è quello di aumentare il tuo rendimento e costruire un patrimonio a lungo termine, i prestiti P2P potrebbero interessarti. Il termine P2P o peer-to-peer indica i prestiti concessi tra due privati. In questo caso non è coinvolta una banca.

L’eliminazione della banca è accompagnata da una serie di vantaggi: da un lato, non c’è bisogno di una lunga burocrazia. D’altro canto, quando i privati vogliono richiedere un prestito, i tempi di attesa possono essere lunghi. In qualità di investitore, hai l’opportunità di sostenere progetti privati e di accorciare notevolmente i tempi di attesa degli interessati, beneficiando dei tassi di interesse.

Questi prestiti e gli scambi tra privati sono intermediati da una piattaforma P2P. Queste supportano gli investitori emettendo rating di credito. Questo viene utilizzato per valutare il grado di rischio dei prestiti. Puoi utilizzare questo indicatore per costruire un portafoglio diversificato e concentrarti su rating diversi per aumentare la sicurezza del tuo investimento.

Un vantaggio particolare dell’investimento di denaro è l’interessante rendimento potenziale. Il denaro che presti ad altri privati ti viene restituito con gli interessi. In alcuni casi i rendimenti possono essere elevati e ciò può aiutarti ad accumulare un ulteriore reddito passivo.

Come funzionano i prestiti P2P
Come funzionano i prestiti P2P
Banner - monefit
71/100
Punkte
7,25% Zinsen täglich gutgeschrieben
Schnell wieder verfügbar
5€ + 0.25% Extra-Bonus durch unseren Link
ZUM ANBIETER*

Conclusione: trova i migliori ETF e approfitta dell’accumulo di ricchezza a lungo termine

Quando si cercano gli ETF, è necessario fare una ricerca approfondita, poiché si tratta di un investimento con un orizzonte temporale lungo. Idealmente, hai a disposizione alcuni decenni per lasciare che l’interesse composto lavori per te e per sfruttare al meglio il tuo patrimonio.

Quando scegli il tuo ETF, devi considerare diversi aspetti. Una sufficiente diversificazione in diverse aree e paesi ti aiuta ad aumentare la sicurezza. Si deve tenere conto anche del volume del fondo, che deve essere di almeno 100 milioni di euro.

Anche gli ETF sono soggetti a decisioni individuali, che possono variare a seconda delle preferenze dell’investitore. Si può optare per una variante a distribuzione o ad accumulazione. È possibile effettuare un investimento una tantum o impostare un piano di risparmio per accumulare il proprio patrimonio a lungo termine.

Se ti informi in modo dettagliato, ti prendi il tempo necessario per selezionare gli ETF adatti e presti attenzione alla sicurezza del tuo portafoglio, nulla osta all’accumulo di ricchezza a lungo termine! Per saperne di più su “Confronto tra portafogli di ETF” o “ETF del settore finanziario” clicca qui.

FAQ – Domande frequenti sui migliori ETF

Il nostro autore

Aleks Bleck è il volto di Northern Finance e già all'età di 18 anni era azionista, prestatore e investitore di ETF. La sua attenzione si concentra sui prestiti P2P e sugli ETF passivi. Aleks ha fondato Northern Finance nel 2017 mentre studiava economia aziendale a Lüneburg.

Ha creato il canale YouTube parallelamente al suo lavoro principale nell'investment e corporate banking prima di concentrarsi finalmente su Northern Finance a tempo pieno.

L’esperienza con Debitum: un rendimento di oltre l’11%

Debitum è la prova che le dimensioni non sono tutto. La mia esperienza con Debitum lo dimostra: Il rendimento che puoi aspettarti è superiore all’11% (al netto di eventuali inadempienze)! Ecco come funziona, quali sono i vantaggi ma anche i problemi e gli aspetti ai quali devi prestare attenzione. Aspetti rilevanti: Debitum è un provider […]

Per saperne di più
Azioni o ETF: qual è la scelta migliore nel 2024?

Inflazione, prezzi elevati e pensione statale non garantita: Sempre più investitori cercano alternative ai prodotti di investimento tradizionali, come i conti di risparmio o i contratti di risparmio delle società edilizie, per far fruttare meglio i propri soldi. L’investimento in azioni o ETF è considerato un’alternativa ad alto rendimento. Ma quali sono esattamente le differenze […]

Per saperne di più
I 10 migliori investimenti del 2024 – Investire correttamente il denaro

Attualmente le famiglie stanno lottando contro un’inflazione relativamente alta. A lungo termine, l’inflazione può svalutare il tuo denaro e contribuire al fatto che puoi acquistare sempre meno prodotti e servizi per la stessa somma di denaro. Ti starai chiedendo come investire il tuo denaro per contrastare efficacemente l’inflazione. In questo articolo ti mostriamo i 10 […]

Per saperne di più
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram